Luca Mainieri

Negli ultimi anni è ormai fondamentale ottimizzare i contenuti sui canali di ricerca. Per farlo tutti i professionisti del web utilizzano la SEO. Per comprendere meglio le sue potenzialità in continua evoluzione, intervistiamo l’esperto di SEO Luca Mainieri, titolare della Web Agency Neting di Bologna, per spiegare ciò che dovete sapere sul SEO (search engine optimization).

Buongiorno e grazie per la sua disponibilità. La prima domanda è di presentazione: chi è Luca Mainieri?

Sono padre di 2 fantastici bambini e nella mia vita professionale sono quello che si definisce un SEO Specialist. Mi occupo di web marketing in maniera professionale da 14 anni, precedentemente ho avuto esperienze lavorative nel digital marketing.

Quando un cliente si affida alla tua agenzia per il posizionamento del proprio sito aziendale, come procedi?

Per prima cosa chiedo un incontro con il cliente ed il team interno per entrare in contatto con l’azienda, con il business del settore, con il contesto nel quale si muove per capire quali sono gli intenti di ricerca degli utenti verso il sito dell’azienda. Segue un’analisi tecnica on site e una profilazione della parte off site per capire qual è lo stato di partenza. Dopo queste attività procediamo con il report dettagliato (30/40 pagine in cui si toccano tutti gli aspetti del sito) ed un action plan, cioè tutte le attività dal punto strategico e operativo che andranno implementate in un arco di tempo di 3 4 mesi in funzione del posizionamento sui motori di ricerca del sito.

Che importanza ha per un’azienda lavorare sulla SEO?

Oggi puntare sul traffico organico è ciò che garantisce un miglior ritorno di investimento. Google premia sempre di più contenuti di qualità e chi offre valore agli utenti. Quindi, in un’ottica di dare valore al brand, aumentare il traffico ed instaurare relazioni stabili, la SEO è sempre più integrata nei processi di comunicazione del brand verso l’esterno. Chi si occupa di comunicazione e marketing deve proporre la SEO come una delle più importanti strategie di comunicazione.

Cosa conta maggiormente tra il codice, i contenuti o i link?

Mi piace vedere la SEO, la competizione on line come una gara automobilistica: c’è il mezzo, il pilota ed il carburante. Non si può vincere una gara con un buon mezzo ed un cattivo pilota o senza carburante! L’aspetto tecnico è primario, importante, quindi il mezzo deve essere adeguato alla competizione. Poi serve un buon pilota ovvero i contenuti e una buona attività di article marketing e serve del buon carburante che sono i link.

Quali sono gli strumenti SEO che preferisci?

Primo tra tutti non potrei vivere senza “screaming frog” perché parte dall’analisi tecnica del sito. Ma anche SEO Zoom è diventato importante, si affianca “href” per l’analisi dei back link e “semrush” per completare l’analisi del sito. Gli altri strumenti che uso sono a corredo del lavoro, ma non indispensabili.

Quali sono gli errori da non fare?

Il peggior errore è quello di non essere umili. Pensare di sapere tutto, di avere la formula risolutiva è sbagliato. Ogni cliente, ogni mercato ha le sue peculiarità. Per evitare di fare errori l’uso dei social, essere presenti nei gruppi, leggere libri manuali, cercare di rimanere sempre informati e aggiornati è estremamente importante.

Se si vogliono generare link in entrata sul proprio sito, per aumentarne la visibilità e l’autorità, che metodo suggerisci di utilizzare?

Lo sviluppo di strumenti è il mio metodo. Ad esempio, se tu vuoi posizionare un sito tecnico, immagina quale strumento può essere utile per i tuoi clienti e prova a realizzarlo. Crea qualcosa di valore che vada a coprire anche una piccola necessità. I tuoi utenti la troveranno utile, ne parleranno e la condivideranno. Poi ci sono strade facili tipo guest post, blog, ma portano risultati di meno valore.

Quali consigli puoi dare a chi vuole fare il tuo mestiere?

Lavorare nel web marketing ha bisogno di grande passione. Iniziate anche con un vostro blog parlando del vostro cane, di ricette di cucina, ecc.. scaricate una copia di Wordpress, un tema, popolatelo di contenuti e iniziate a trovare le risposte a tutte le domande (come faccio a farmi vedere, ad acquisire nominativi, ecc) e vedrete che il percorso si delineerà.

Newsletter