1.2. Effetto Moltiplicatore

La guida sul Web Marketing è divisa in 6 parti: 1) traffico organico e a pagamento, 2) ottenere nuovi prospetti, 3) socializzare, 4) chiudere una vendita, 5) link building e 6) analizzare i risultati.

Ogni singola sezione è stata divisa in una serie di passaggi che, tutti insieme, costituiscono quello che è un piano di Web Marketing vero e proprio (Web Marketing Plan). Un processo complesso che ha come obiettivo quello di generare vendite e successo.

Il punto focale di questo processo sta nel capire e riconoscere la forza delle piccole modifiche e del loro effetto moltiplicatore.

Quanto una piccola modifica può aumentare il fatturato di un sito?

Facciamo un esempio, ed immaginiamo che una modifica possa generare un incremento pari al 10%. Immaginamo poi di applicare altre piccole modifiche ad ognuna delle 6 parti che costituiscono il nostro piano di marketing e calcoliamo l’effetto finale:

TRAFFICO (10%) + NUOVI PROSPETTI (10%) + SOCIALIZZARE (10%) + CONVERTIRE (10%) + LINK BUILDING (10%) + ANALIZZARE (10%)

Quale sarà l’incremento totale? L’incremento che otterremo migliorando solo del 10% ogni singola sezione sarà uguale all’ 80% circa. Questo significa che delle piccole modifiche, alla fine del processo, produrranno una reazione a catena incredibile che permetterà di aumentare il proprio fatturato dell‘80%.

E non finisce qui. Immaginate ora di ricominciare da capo e, attraverso altre piccole modifiche, generare altri incrementi e così via in un procedimento senza soluzione di continuità.

Cosa posso fare per aumentare il traffico al mio sito? Come posso fare per incrementare la lista dei prospetti? Cosa posso fare per socializzare e fidelizzare i clienti? Come faccio ad aumentare le conversioni? Le risposte a queste domande sono contenute in questa guida.

Ma perché facciamo riferimento alle piccole modifiche?

Semplice, le piccole modifiche sono facili da implementare, non ci sono costi da sostenere e soprattutto sono facili da misurare. Una piccola modifica è facile da misurare e testare. Questo permette di capire cosa funziona e cosa no.

Ad esempio, la modifica del titolo di una email può fare la differenza tra una campagna di successo da una fallimentare. Una singola keyword in una campagna AdWords può fare la differenza nel generare del profitto o nel generare delle perdite.

Argomento precedente

1.1. Approccio olistico

Argomento successivo

1.3. Web Marketing: la formula magica

Accedi per commentare. Non hai un account? Registrati.