2.6. Volume di ricerca

Una volta che sono state individuate delle nicchie di mercato, e selezionato le parole chiave che preannunciano la volontà di acquistare da parte dell’utente, andiamo a verificare il secondo aspetto fondamentale: il volume di ricerca della singola keyword.

Tieni bene a mente che una nicchia di mercato può essere considerata interessante solo quando abbiamo raccolto una serie di 5 o 6 keyword che generino singolarmente almeno 1000 ricerche mensili.

Se gli sforzi dell’affiliato, nel realizzare un sito web, si basano su parole chiave che non hanno un volume di ricerca adeguato, il risultato è quello di ottenere poche visite mensili da cui poi verranno generate vendite scarse o addirittura nulle.

Google Keyword Tool, non è solo uno strumento utile per conoscere la parole chiave più utilizzate, ma come detto ci consente di capire anche il volume di ricerche effettuate.

La cosa importante da comprendere è che Google Keyword Tool, come altri strumenti analoghi, fornisce valori non esatti ma indicativi. Per questo motivo i più scrupolosi possono confrontare i risultati con altri strumenti simili come quello di WordTracker.

Se l’intenzione è quella di creare un sito che venga posizionato in cima ai risultati di Google nel più breve tempo possibile, è necessario focalizzare la propria attenzione su parole chiave rilevanti con bassa competizione ma con alto volume di ricerca.

Come indicato in precedenza, il numero minimo ottimale per singola keyword è 1000, ma questo valore, seppure di riferimento, non deve essere vincolante. Infatti se riusciamo comunque ad individuare una nicchia con un numero di parole chiave abbastanza alto, diciamo 15/20, allora il volume di ricerca per singola parola chiave può essere anche minore.

Accedi per commentare. Non hai un account? Registrati.